Isolmar

CAPPOTTO

Parete / Cappotto

Il sistema di isolamento termico di un edificio dall’esterno, comunemente noto come isolamento “a cappotto”, si è notevolmente diffuso negli ultimi 30 anni e risulta essere la soluzione più indicata in caso di rifacimento di facciate verticali. Questo sistema consiste nell’applicare, sull’intera superficie esterna dell’edificio, lastre o pannelli isolanti.

 
Il polistirene estruso ed il poliuretano espanso sono particolarmente indicati per questa applicazione poichè sono leggero, hanno ottime poprietà isolanti, non assorbono acqua ed aggrappano facilmente alle malte e agli intonaci comunemente impiegati. Per questa specifica applicazione sono indicate le lastre STIREN X® - WAFER e ISOLITE® VVS: il primo prodotto ha una superficie wafer ed è disponibile in spessori da 30 a 120 mm, il secondo, in schiuma polyiso e rivestimento in carta metalizzata multistrato, ISOLITE® VVS è disponibile in spessori da 30 a 160 mm.
 
 
L’impiego dei pannelli STIREN X® e ISOLITE®, rispetto a soluzioni che utilizzano materiali isolanti alternativi, permette di migliorare sensibilmente le prestazioni e l'economicità dell'intero sistema grazie ad una riduzione degli spessori necessari ad ottenere la trasmittanza termica prefissata, ad una limitazione del peso dello strato isolante, ad una minore incidenza degli accessori per il fissaggio e la finitura del sistema (tasselli più corti, profili meno spessi, soglie e davanzali ridotti), ad una maggiore stabilità nel tempo delle prestazioni isolanti, della resistenza meccanica e della stabilità dimensionale e per finire ad un minor impiego di risorse e limitato impatto ambientale.
 
 
 
Posa in opera
 
La muratura di supporto deve essere piana, senza dislivelli superiori al centimetro, pulita da residui ed asciutta. Le lastre in polistirene estruso STIREN X® o in poliuretano espansoISOLITE® vanno fissate alla struttura con una normale malta adesiva stesa a cordolo continuo sul perimetro della lastra e punto centrale. Inoltre vanno fissate meccanicamente alla muratura tramite tasselli da cappotto, in ragione di almeno quattro punti, in vicinanza degli spigoli della lastra. Si stende poi il primo strato di rasatura nel quale viene affogata una rete di fibra di vetro apprettata, con funzione di rinforzo. Dopo aver eliminato eventuali imperfezioni dalla rete si procede alla stesura dei successivi strati protettivi, fino alla finitura esterna che, generalmente, è costituita da pittura a base minerale.

Prodotti compatibili