Isolmar

TETTO MICROVENTILATO / VENTILATO

Tetto / Sistema Tetto

TEGOPUR® è un sistema completo per la realizzazione di coperture a falde ventilate e per l’isolamento termico. Il prodotto si presta sia per ristrutturazione e recupero di vecchi edifici che per la realizzazione di nuove strutture. La particolare combinazione del tipo di schiuma e di rivestimento, consente al pannello di ottenere un ottimo valore di conducibilità termica λD pari a 0,022 W/mK.

 

Nella sezione Download è disponibile la brochure dedicata "TEGOPUR"

 

Posa in opera

Su un piano di posa in legno o laterocemento, il quale sia stato preventivamente impermeabilizzato mediante la posa di membrane o guaine previste allo scopo, si procede alla realizzazione di un murale in legno o malta in corrispondenza della linea di gronda, come fermo per la prima fila di pannelli TEGOPUR®, e che abbia il medesimo spessore dell’isolante termico. Come prima fila di pannelli, in corrispondenza della linea di gronda, vanno posati i pannelli partenza, dei pannelli in poliuretano espanso, aventi le stesse caratteristiche di TEGOPUR®,ma privi di profilo metallico ed a passo ridotto (25 cm). La linea di giunzione tra il murale e i pannelli di partenza va sigillata con silicone e nastro butilico TEGOPUR® fornito tra gli accessori.

Si prosegue con la posa dei pannelli, dalla gronda fino al colmo del tetto, da sinistra verso destra, inoltre si raccomanda di sistemarli in modo sfalsato tra una fila e l’altra; per limitare al massimo scarti di prodotto, utilizzare la rimanenza dell’ultimo pannello di ogni fila per iniziare la stesura di quella successiva.

In corrispondenza del murale di contenimento, fissare il listello areato fornito tra gli accessori avente funzione antipassero, di appoggio, di areazione e che dà la giusta pendenza alla prima fila di tegole. Per tagliare o rifilare i pannelli è sufficiente l’uso di un cutter; è richiesto il flessibile per il taglio dei profili metallici. TEGOPUR® va fissato meccanicamente alla struttura sottostante mediante chiodi, viti autofilettanti o tasselli, a seconda del tipo di struttura, in corrispondenza della parte posteriore piana del profilo metallico nella misura di almeno 4 fissaggi a mq.

Sigillare tra loro i lati corti dei pannelli con silicone e con nastro impermeabile per avere una maggiore protezione dalle eventuali e accidentali infiltrazioni di acqua piovana. Il pannello é pedonabile, ma é buona norma calpestarlo in corrispondenza del profilo metallico.                                                                                                         

A livello del colmo, per garantire il miglior effetto di ventilazione, utilizzare un sistema per colmo ventilato. Rifilare i pannelli dell’ultima fila in colmo nella misura desiderata in funzione della lunghezza della falda. Se necessario, in gamma accessori è presente un profilo singolo piatto che può essere fissato sull’ultimo pannello in colmo per garantire continuità alla pendenza del manto di copertura. In corrispondenza della linea di colmo e di eventuali compluvi e displuvi, impiegare un sigillante poliuretanico monocomponenete per isolare termicamentei ponti termici e successivamente impermeabilizzare con il nastro alluminio-butilie.

A posa ultimata dei pannelli, procedere all’aggancio delle tegole al profilo. Consigliamo di fissare meccanicamente le tegole. Dove esistano corpi sporgenti quali camini, abbaini o finestre, si raccomanda di assicurare la continuità dell’impermeabilizzazione del manto di tegole sigillando i bordi dei corpi sporgenti e contornandoli a monte con un cordolo rialzato in modo che le eventuali infiltrazioni d’acqua  defluiscano ai lati, evitando di penetrare a livello della soletta.

Posare un listone di fermo sulla linea laterale di falda dello spessore del pannello (60, 80, 100, 120 o 140 mm) necessario per il fissaggio della scossalina metallica. Sigillare anche questo punto critico con il nastro alluminio-butilie. Se necessario, per permettere l’adeguata posa della scossalina, rifilare parte del profilo metallico.

 

Vantaggi

Ottimo isolamento termico grazie al bassissimo valore di λD pari a 0,022 W/mK.

Velocità e facilità di posa in opera e sicura base d’appoggio del manto di copertura.

Ottima barriera al vapore grazie al valore di µ = ∞.

L’effetto di microventilazione/ ventilazione nel sottomanto è reso possibile grazie al profilo portategole.

 

Accessori

  • Nastro in alluminio butile, rotoli da 10m di nastro autoadesivo in alluminio - butile, per sigillare le giunzioni tra i pannelli e rendere impermeabile la superficie. Disponibile in diverse larghezze fascia.

 

  • Profili metallici singoli, lunghi 2400mm, per dare continuità alla posa delle tegole, nelle zone in cui non viene posato il pannello o nei raccordi a livello del colmo.

 

  • Listello aerato in metallo preverniciato con sezione a “L” di 40x50mm o con sezione a “C” con pettine parapasseri incorporato in P.P. di 40x110 o 40x60mm, da 1m. I listelli, da posare sulla linea di gronda, svolgono una funzione antipassero e garantiscono l’appoggio e la giusta pendenza della prima fila di tegole.

 

  • Sottocolmi ventilati in alluminio, rame o tessuto. Per la corretta realizzazione di un tetto ventilato è indispensabile un sottocolmo ventilato con bandelle laterali che dovranno essere modellate sulle tegole vicine.

 

  • Staffe in alluminio per la posa del sottocolmo ventilato.

 

  • Ganci ferma colmo in alluminio preverniciato.

 

  • Tasselli Fischer per il fissaggio meccanico dei pannelli.

Prodotti compatibili